STORIA.SanGiorgioDiPiano.Net
Cerca nel sito  

Titolo
- Indici -1
- Introduzione -2
- Prefazione -1
- Testi e Fonti -1
Cap. 1 - Geologia 1
Cap. 2 - Idrografia 1
Cap. 3 - Flora 4
Cap. 4 - Fauna4
Cap. 5 - Uomo 4
Cap. 6 - Cibo7
Cap. 7 - Attività agricole tipiche9
Cap. 8 - Dalle origini ai Romani10
Cap. 9 - I Romani nella Pianura Padana17
Cap.10 - I Barbari ... Alto Medioevo10
Cap.11- Vita medioevale 19
Cap.12 -Vita Medioevale: Istruzione9

Titolo



Stemma del Comune 

 

 

Titolo
Autori
Copyright


\\ Home Page : Indice : Cap.11- Vita medioevale

Capitolo undicesimo- Vita Medievale - Introduzione

Di Angela Bonora (del 01/06/2009 @ 13:11:13, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 5789 volte)

 


La vita quotidiana in un qualunque ambiente ed epoca è condizionata dalla natura e dagli individui viventi in quel contesto.
Abbiamo già visto le trasformazioni apportate dall’uomo nel tempo e sulla natura stessa per adeguarla alle sue esigenze e come la natura ha contrastato queste modificazioni anche con fatti gravi come terremoti, eruzioni vulcaniche, alluvioni, frane, variazioni climatiche, glaciazioni, caldi torridi, siccità. Mutamenti, questi,  di breve periodo ai quali si associavano mutamenti di lunghissimo periodo, che effettivamente non venivano nepp ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale : 1 - La mensa del contadino e la vita nel contado

Di Angela Bonora (del 30/06/2009 @ 18:24:11, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 6250 volte)

focolare
Nel corso del Medioevo si vede delineare una progressiva emarginazione del mondo contadino.

 Vicenda non puramente sociale, ma soprattutto ideologica.


Nella letteratura dell'alto Medioevo, il contadino assume di volta in volta le forme del
pagano superstizioso, del misera ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo -Vita Medioevale: 2 - La Chiesa: Docesi, Pievi e Monasteri

Di Angela Bonora, Mauro Franzoni (del 31/10/2009 @ 12:03:27, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 6798 volte)

Montecassino



Volendo parlare della vita medioevale siamo partiti dalla vita contadina, di coloro che lavoravano per sostenere i bisogni dei ricchi nobili, feudatari, divenuti padroni dei terreni che anticamente l’Impero Romano assegnava in colonia ai soldati che avevano partecipato a battaglie e guerre di conquista.

Questa distribuzione di terreni tra i coloni avvenne solo sino alle invasioni barbariche e via via diminuì con l’avvento della casta dei Vescovi Cristiani nei secoli III e IV d.C. con lo sco ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale: 3 -Il Saltopiano

Di Angela Bonora, Mauro Franzoni (del 17/03/2010 @ 06:33:20, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 3876 volte)

 Il nord-est dell’Italia fu sempre nell’idea espansionistica romana e si rese evidente nel 181 a. C. con la formazione della colonia di Aquileia, cioè con un’iniziativa che vedeva una politica nella parte alta del mare Adriatico e nei fiumi in esso confluenti, iniziativa che si definì ulteriormente con la costruzione di un complesso viario, di cui abbiamo già parlato, complesso che permetteva la penetrazione romana ma manteneva le realtà preesistenti.
Abbiamo anche gi&agr ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo Undicesimo - Vita Medioevale: 4 - Ecco San Giorgio...o meglio...

Di Mauro Franzoni (del 06/04/2010 @ 18:44:07, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 3077 volte)

Perché tanta incertezza nello scrivere il titolo dell’articolo principale di tutto ciò che ci è venuto in mente di evidenziare sulla terra che ora si chiama San Giorgio di Piano?

Vi sarete domandati tante volte: “Ma perché non si parla mai della nascita ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale: 5 - Dal contado alla città, le vie d'acqua

Di Angela Bonora (del 06/05/2010 @ 18:17:20, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 7452 volte)

 In questo nostro tragitto che può sembrare illogico, dal mare alla città, seguiamo l'andare del contadino della Bassa Bolognese e della Valle del Po, che lascia la pianura  per raggiungere la città, per approdare a nuovi lavori al fine di migliorare il proprio tenore di vita. 

Consideriamo pertanto le possibili vie di avvicinamento alla città, volutamente trascurando i residui delle vecchie strade romane, i sentieri impervi, ma soffremandoci sull'utilizzo  di corsi d'acqua, i canali.
Del fiume Reno abbiamo già parlato e ne sbbiamo visto i vari problemi ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale: 6- Il mulino della Ca' Gioiosa

Di Angela Abbati (del 07/07/2010 @ 10:48:06, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 6721 volte)

Situato lungo il percorso del Canale Navile, tra Bentivoglio e Malalbergo (nell’attuale territorio di San Pietro in Casale) l’edificio detto “Ca’Gioiosa” appare già raffigurato in una raccolta di disegni cinquecenteschi, realizzata da Ignazio Danti in base ai suoi rilevamenti del territorio bolognese[1]




                   
Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medievale: 7 - Passare le Mura

Di Angela Bonora (del 07/08/2010 @ 17:36:50, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 8276 volte)

Cosa voleva dire effettivamente per l’abitante della pianura, e anche della montagna, passare le mura?

Veniva da un mondo totalmente diverso e si sarebbe dovuto abituare ad una nuova vita, soprattutto ad un nuovo lavoro e a nuove regole.
Il contadino nato in aperta campagna a contatto con la natura, ma era costretto ad un duro lavoro all’interno della famiglia patriarcale, diretta cioè dall’uomo più anziano, senza alcuna opportunità di migliorare il proprio tenore di vita o di apprendere un lavoro diverso.
L'alternativa era lavorare come bracciante, che raggiungeva poderi diversi ogn ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale: 8 - Innovazioni e invenzioni medioevali

Di Angela Bonora (del 20/09/2010 @ 19:03:03, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 13801 volte)


Volendo parlare delle innovazioni medievali ci si trova dinnanzi ad un rebus non facilmente risolvibile.
La storia medievale, la storia che si svolge in un lasso temporale di circa mille anni, è risultata nel passato scarna, fondata soprattutto sulle guerre e ostilità tra i vari paesi dell’area europea.
Per gli inizi del Medioevo e dell’Alto Medioevo, le notizie si limitavano per lo più a ciò che avveniva nelle corti, nell’Impero e nella Chiesa Romana, dai quali dipendeva lo svolgersi della vita in Europa ed in Italia.
In epoca romana le conoscenze sull’agricoltura, le bonifich ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medievale: 9 - Comuni, Borghesia e Signorie

Di Angela Bonora (del 11/10/2010 @ 17:28:34, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 3944 volte)


Si può far risalire l’organizzazione comunale medievale al Municipio romano, comunità cittadina legata a Roma, ma priva dei diritti politici propri dei cittadini romani, che aveva conservato i propri magistrati e una certa autonomia amministrativa.
Con l'estensione della cittadinanza romana a tutti gli abitanti dell'impero (212 d.C.), i municipi persero la loro condizione particolare: ora essere cittadini significava essere uomini liberi e partecipare al governo della città.

In età medievale al termine municipio si sovrappose quella di Comune e la cittadinanz ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale: 10 - Le Corporazioni

Di Angela Bonora (del 25/11/2010 @ 17:44:30, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 10139 volte)

simboli Corporazioni


Abbiamo parlato già di associazioni, di corporazioni, nel trattare l’avvento della borghesia e la nascita dei comuni cittadini, senza per altro veramente parlare del formarsi delle corporazioni nel tempo.
Spesso nel testo si parla di corporazioni medievali senza fare riferimento a forme associative di periodi storici precedenti.
Forme di associazioni tra gli uomini sono vecchie quanto l’umanità stessa.

 Quando l’uomo da ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medievale:11- : Comuni rurali, Borghesia e Signorie ruraIi

Di Angela Bonora (del 11/12/2010 @ 18:24:01, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 3465 volte)

Comuni rurali

I comuni cittadini non di rado influirono poi sull’autonomia delle comunità rurali che si erano già, precedentemente, costituite in comuni rustici o borghi, anche se non con le stesse caratteristiche che abbiamo visto per le città.

Di fondamentale importanza è conoscere come si svilupparono effettivamente gli insediamenti nel contado.
Il X secolo, dopo i Longobardi e i Carolingi, fu tempo di trasformazioni e lotte politiche notevoli: l’Italia diventò feudo della Corona germanica (952) e poco dopo l’Imperatore Ottone I cre&og ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale : 12 - Volendo parlare di donne

Di Angela Bonora (del 22/01/2011 @ 13:51:43, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 5049 volte)


Alcune considerazioni sulle Donne nel Medioevo

Nel tempo, e ancora …, si è sempre fatto un appunto sulla donna, sui suoi doveri, sul suo comportamento nell’ambito del vivere quotidiano e soprattutto nel suo comportamento nella società.

 Nel Medioevo tale comportamento doveva rispondere ai canoni voluti dagli uomini e dalla élite dominante.
Quindi, in breve, i primi esperimenti sulla educazione femminile fatti da donne non furono volti all'emancipazione delle medesime, ma al mantenimento della realtà vigente: la donna doveva accudire alla casa, ai figli, secondo r ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo- Vita Medievale: 13 - Edilizia Medioevale. Le città

Di Angela Bonora (del 01/03/2011 @ 07:10:45, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 5059 volte)


Quando si parla di medioevo e di edifici abitativi ci si limita sempre a fermare la mente su castelli, palazzi signorili, chiese e monasteri se si parla di edifici cittadini, di ville, castelli, case e povere casupole, chiese e pievi se si parla degli edifici nel contado.


Se guardiamo Bologna oggi e le cittadine del contado con occhio critico ci accorgiamo che molto è rimasto del passato e tanti sono gli edifici di vario genere soprattutto medievali.
Direte: “ è ovvio, si parla di mille anni, non può essere andato tutto distrutto” ” ci sono state delle lotte, delle guerre, ma ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo Undicesimo- Vita Medioevale: 14 - Edilizia rurale. Cittadine della Bassa Bolognese: 14

Di Angela Bonora (del 09/03/2011 @ 08:59:35, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 3441 volte)

Premessa Considerare il numero delle cittadine, borghi, frazioni della provincia di Bologna è un problema. Basta considerare una cittadina ed ecco un borgo, con il suo nome ben definito, magari di origine romana o medievale o magari precedente ai due momenti storici citati. Fai quattro passi in un prato ed ecco spuntano tra l'erba ciotoli, muretti che definiscono i residui di una casa ottenuti da uno scavo archeologico e non è detto che più avanti non ci sia altro da scoprire. I contadini ne sanno qualche cosa, se si spostano nell'arare da un riquadro anticamente definito da secoli di coltivazi ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa

Capitolo undicesimo - Vita medioevale: 15- Edilizia rurale:.cittadine della Bassa Bolognes

Di Angela Bonora (del 12/03/2011 @ 15:31:27, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 3208 volte)

Ancora su San Giorgio di Piano

Abbiamo già parlato di San Giorgio di Piano in epoca romana e preromana come centro notevole della pianura e delle cittadine che lo contornavano, ora ci addentriamo nei periodi successivi con lo scopo di vederne lo sviluppo sino al Basso Medioevo e quindi invogliare i nostri lettori ad una visita più approfondita.
Per potere parlare del sorgere di queste cittadine rurali dobbiamo ripercorrere il cammino fatto nei capitoli precedenti, a partire dalla caduta dell’Impero Romano d’Occidente sino al Medioevo, e dalle invasioni barbariche, e da ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo- Vita Medievale: 16- I Tributi . L'estimo. Il catasto

Di Angela Bonora, Anna Fini (del 03/04/2011 @ 17:03:08, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 5764 volte)


Con la denominazione generica di “tributo” si indica ancora oggi qualsiasi prestazione in denaro obbligatoria dovuta dai cittadini allo Stato e agli altri enti pubblici e cioè imposte generali e speciali, erariali e locali, sovrimposte, tasse e contributi obbligatori.
Il contribuente, che generalmente cerca di evitare i tributi, spesso non sa da dove proviene il loro nome e l’effettiva validità di essi.
La radice di tribu-to e la sua obbligatorietà dovrebbero farci subito pensare all’origine del lessico.
Tribu-to da tribù, in quanto già nell’antica Roma la cont ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale: Appendice 1 - I servi della gleba e la LIBERTAS

Di Angela Bonora (del 10/05/2011 @ 18:54:17, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 3828 volte)


I servi della gleba, tali per nascita, venivano chiamati proprio così perché non potevano abbandonare le terre in cui lavoravano: gleba, in latino, è propriamente la "zolla " di terra. I servi della gleba medievali contrariamente agli schiavi romani erano considerati “persone” non “cose”, anche se le loro mansioni non differivano di molto da quelle degli schiavi di più antica tradizione: coltivazione dei fondi agricoli, pagamento dell’uso del terreno in raccolto, in più, nel medioevo, pagamento di decime al clero, di tributi ai signori, prestazion ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Capitolo undicesimo - Vita Medioevale: Appendice 2- Statuti Bolognesi, Pesi, Misure e Monete

Di Angela Bonora (del 20/07/2011 @ 19:32:57, in Cap.11- Vita medioevale , linkato 3992 volte)


Durante i primi secoli del secondo millennio, l'Europa Occidentale vide sorgere sulle rovine e sui brandelli dei precedenti tessuti imperiali nuove formazioni politico-territoriali.

Fulcri di questi processi di ricomposizione furono i maggiori detentori del potere del tempo, che seppero catalizzare ed espandere unioni con altri da cui sarebbero scaturiti i nuovi regni.
Furono le città e i loro ceti dirigenti a estendere concrete capacità di controllo sulle comunità e sulle terre circostanti, giungendo a creare veri e propri stati cittadini.
Si formarono organizzazioni politiche e soc ....

Articolo LEGGI  Storico Indice Stampa Stampa


Pagine: 1

© Copyright 2006-2014 DEPOSITATO SIAE - Tutti i diritti riservati.                                                          Io uso dBlog 1.4
® Open Source